IL PALAZZO
E LA NOSTRA STORIA

DAL DUCA GIUSEPPE VIALE ALLA FAMIGLIA GAMBETTA

IL RINNOVO A STRUTTURA RICETTIVA E CAFÉ

IL B&B E IL CAFÉ : UN PROGETTO DI RECUPERO TUTTO AL FEMMINILE

Katia Gambetta e Alessia Boero, mamma e figlia, sono le teste parlanti di questo ambizioso progetto di riqualificazione e di vita, nonché proprietarie del Palazzo. Progetto tutto al femminile che parte dalla storia di famiglia e dal voler trasformare e rendere fruibile gli spazi del Palazzo dopo un'attenta ristrutturazione degli ambienti.

Una parte ricettiva gestita da Katia e una nuova realtà gestita da Alessia ossia un Café di pertinenza tra aperitivi e tavola fredda, con una spettacolare terrazza al piano terra con accesso dal porticato.

LA FAMIGLIA GAMBETTA

La storia della famiglia parte indubbiamente da Carlo Gambetta e Lina Ansaldo, nonni di Katia, che acquistarono il Palazzo Del Duca dal proprietario Giuseppe Viale intorno alla fine del 1800 su forte desiderio e spirito imprenditoriale di Lina. Da qui fino ai giorni nostri fu esclusiva dimora della famiglia. Successero i figli Lucia Gambetta e Michele Gambetta, papà di Katia e Comandante di navi da crociera e mercantili che insieme alla moglie Francesca (detta Franca) Aicardi dedicarono e spesero tanti sacrifici per il mantenimento, la cura e le migliorie del Palazzo.

È solo con Katia che il Palazzo viene trasformato e aperto finalmente al pubblico come struttura ricettiva, e café con la figlia Alessia.

LA STORIA DEL PALAZZO E DEL BORGO

LA CITTÀ E IL SUO PALAZZO

La Pianta di CERVO, comune della Riviera di Ponente Ligure recensito come uno dei Borghi Più Belli d'Italia, può essere raffigurata a una gran foglia di cui la salita al Castello rappresenta il gambo, e le vie del borgo antico le nervature. Per questo la salita o "montà" è sempre la più frequentata, essendo l'unica comoda strada che dalla Via Aurelia porta dritta al cuore del Borgo.

Prendendo la via parallela Degli Ulivi ci troveremo proprio su Via Pellico, dove sopra un artistico PORTICATO si alza un palazzo dell'800 nonché il PALAZZO DEL DUCA. Sotto il bellissimo porticato un bellissimo SELCIATO in PICCOLI CIOTTOLI MARINI indica la perfezione raggiunta in questo tipo di pavimentazione nel XIX secolo.

LA PROPRIETÀ

Anticamente il Palazzo apparteneva a Giuseppe Viale detto "Duca", titolo di cui il popolo lo aveva insignito per la sua particolare eleganza e austera signorilità che lo distingueva. Dopo aver sperperato le ultime sue ricchezze  nella costruzione di una villa sulle alture di Cervo, anche nelle ristrettezze in cui era venuto a trovarsi, vendette il Palazzo a Carlo GAMBETTA che fu invece la storica famiglia che visse, ristrutturò e mantenne vivo il Palazzo, oggi trasformato in struttura ricettiva altamente suggestiva.

LE PECULIARITÀ

Le chicche di questa dimora storica sono diverse, ma il vero punto forte è senza dubbi l'antico BELVEDERE in ferro battuto, dove è possibile ammirare un panorama mozzafiato della città e dell'intero Golfo Dianese.

All'alto belvedere si accede mediante una robusta scala in ghisa, che dal Palazzo sale a raggiungere la sommità dei tetti di Via Grimaldi Salineri, la più alta del paese. I nostri clienti avranno infatti la fortuna di poter godere di tale bellezza, la particolarità dei tetti cervesi, le soleggiate terrazze, i caratteristici comignoli e l'arco luminoso all'orizzonte che unisce Capo Berta e Capo Cervo andando a formare l'incantevole Golfo.

GLI INTERNI del Palazzo sono ancora originali, RESTAURATI nel tempo e riportati alla luce dalla Famiglia Gambetta: essi compongono un apparato artistico davvero suggestivo. Gli AFFRESCHI delle volte presenti nella Camera del Duca e nell'Appartamento risalgono infatti al 1800.